Phishing in crescita nel mese di novembre

Dic 2, 2020 | Hackeroba

Il 2020 ha portato molte persone a lavorare da casa e ha incrementato notevolmente il numero di acquisti online anche solo per necessità di non uscire dal proprio appartamento o dal proprio comune. In questo clima già complesso, i ladri di dati online hanno aumentato notevolmente la loro attività anche e soprattutto tramite tecniche di phishing. Vediamo cosa è successo solo a novembre.

A novembre 2020 le tecniche di Phishing risultano in crescita del 26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Hai preso una multa e non te lo ricordi?

 

  
Circolano false email che hanno come mittente il Ministero dei Trasporti e che notificano violazioni del codice della strada a carico del ricevente. Il destinatario è invitato a cliccare su un link per vedere tutti i dettagli, e chi non si chiederebbe “ma quando mai l’ho presa che sono sempre attento”? Sbagliato! Il link serve unicamente per carpire informazioni in maniera illegale. Se si guarda con attenzione l’indirizzo email del mittente è chiaro che non ci sia corrispondenza con il ministero, dobbiamo sempre fare attenzione a questi piccoli dettagli e non agire di fretta.

​Gli acquisti online fatti dai consumatori italiani varranno nel 2020 una cifra record di 22,7 miliardi di euro, ben 4,7 miliardi in più rispetto al 2019. Si tratta dell’incremento in valore assoluto più alto di sempre. (Osservatorio del Politecnico di Milano)

Ti sei dimenticato di rinnovare la tua casella di posta certificata?


Con un testo che ci invita a saldare il rinnovo pagando una cifra ridicola, questa mail di phishing inviata da Aruba spinge l’utente a cliccare su l’accesso al portale per completare la procedura. Sembra tutto molto vero e affidabile, ma guardando bene possiamo notare una mail del mittente chiaramente fake e anche un oggetto poco coerente perché parla di bollette e poi di rinnovi. Anche in questo caso è sufficiente fare attenzione per non abboccare all’amo.

Nel 2020 il 37% dei food shopper online ha aumentato la spesa destinata ai prodotti alimentari sui canali di ecommerce e il 24% degli italiani ha aumentato quella per i beni non alimentari. (Osservatorio “The World after Lockdown” curato da Nomisma e Crif)

Le banche sono immuni dai fenomeni di phishing?

 

Sono state inviate tantissime mail in cui veniva comunicato un accesso anomalo ai servizi di home banking di BNL. Per effettuare le opportune verifiche era richiesto di accedere nuovamente facendo login con utente, password e numero di telefono su un sito apparentemente veritiero e affidabile. Al termine della procedura, una schermata confermava che l’utente sarebbe stato ricontattato da un operatore. Ovviamente era tutto falso e il sito fake è stato utilizzato per sottrarre le credenziali di accesso ai conti correnti.

CybeRefund Srl - Società Benefit, Sede Legale Piazza Luigi Vittorio Bertarelli, 1 - 20122 Milano (MI)
P.I. e Cod. Fisc. 11076520961

cyberefund emblema bianco e arancione