I cyber criminali più ricercati del mondo

11 Mar 2021 | Rischi Online

Sono quasi tutti uomini, di età compresa tra i 18 e i 44 anni. Vivono in Russa, Cina, Africa o Medio Oriente. Sono informatici, truffatori o ex militari dei servizi segreti. Sono i cyber criminali più ricercati del mondo.

Sul sito dell’FBI è disponibile il lungo elenco dei cyber criminali più ricercati del mondo e le milionarie ricompense che il governo americano è disposto a versare a chi possa collaborare nella loro cattura.

Behzad Mohammadzadeh, Iran, 19 anni

 

Behzad Mohammadzadeh cyberefund

Behzad Mohammadzadeh è il più giovane degli hacker attualmente individuati dall’FBI. Insieme a Marwan Abusrour è ricercato per presunto coinvolgimento in attività di cyber criminalità volte alla diffusione di messaggi pro-iran e pro-hacker. L’attività di Mohammadzadeh aveva 16 anni quando è iniziata la sua carriera nel mondo della criminalità online, che ad oggi conta oltre 1.100 attacchi a siti web in tutto il mondo. Il contenuto di questi siti è stato cancellato e sostituito con immagini del defunto generale Soleimani sullo sfondo della bandiera iraniana, accompagnate dal messaggio “abbasso l’America”. I due ragazzi sono stati incriminati il 3 settembre dello scorso anno e il tribunale distrettuale degli Stati Uniti ha emesso due mandati di arresto federale con accusa di cospirazione internazionale.

Maksim Viktorovich Yakubets, Ucraina, classe 1987

 

Maksim Viktorovich Yakubets è ricercato per il suo coinvolgimento in una serie di cyber attacchi con finalità di furto di denaro. Le azioni dell’hacker hanno coinvolto decine di migliaia di computer in America e in Europa. E’ sospettato di essere il leader di un gruppo che esegue azioni di violazione tramite un malware noto con il nome di Zeus.
Viktorovich e la sua banda hanno per prima cosa diffuso il malware tramite consistenti campagne di phishing. Sono così riusciti Viktorovich ad ottenere le credenziali bancarie delle vittime cadute nella trappola e ad utilizzarle per rubare denaro dai conti correnti. Successivamente hanno anche installato dei ransomware nei computer dei malcapitati.
Come per molti cyber criminali, l’FBI offre una ricompensa fino a 5 milioni di dollari per informazioni che possono portare all’arresto o alla condanna di Viktorovich.

Aleksey Aleksandrovich Potemkin, Russia, classe 1983

 

Aleksey Aleksandrovich Potemkin si ipotizza fosse un ufficiale dell’intelligence militare russa, di stanza a Mosca. Nel luglio del 2019 il distretto della Columbia ha emesso un’accusa contro di lui e altri 11 ex ufficiali per presunte interferenze con le elezioni degli Stati Uniti del 2016. L’accusa riguarda pirateria informatica e violazione dei computer di personale americano coinvolto nelle elezioni presidenziali, il furto di documenti privati da quei computer e la loro diffusione per creare intralcio allo svolgimento delle elezioni.
I 12 ex militari dell’intelligence russa sono anche accusati di furto di identità aggravato, falsa registrazione di un nome di dominio e associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro.
L’FBI sottolinea anche che Aleksandrovich è da considerarsi armato e pericoloso, con rischio di fuga anche internazionale.

Sul sito dell’FBI sono 102 i cyber criminali più ricercati, provenienti principalmente da Iran, Russia e Cina, tra loro molti ex militari. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha anche istituito un programma di ricompense per chi aiuta a catturare membri della criminalità organizzata transnazionale.

CybeRefund Srl - Società Benefit, Sede Legale Piazza Luigi Vittorio Bertarelli, 1 - 20122 Milano (MI)
P.I. e Cod. Fisc. 11076520961

cyberefund emblema bianco e arancione