Hackeroba! A San Valentino attenti al dating online

14 Feb 2021 | Hackeroba

San Valentino è da sempre la festa degli innamorati. Ma è anche l’occasione giusta per iniziare il corteggiamento di qualche single che ci fa battere il cuore da un po’ di tempo. In questi mesi di lockdown e restrizioni la ricerca dell’anima gemella è stata a dir poco complicata. Ma ecco che il dating online può essere un rimedio per molti corteggiatori. Da anni esistono decine di siti di incontri e applicazioni che permettono di trovare il proprio partner ideale, cercandolo/a per età, distanza, interessi, preferenze sessuali. Tutte informazioni che vengono inserite nel proprio profilo, pubblico o privato.

Pandemia: l’occasione perfetta per gli appuntamenti online?

 

Nella fase iniziale della pandemia, molte app di dating online hanno registrato una forte crescita. Tinder, una delle app più note, solo nei primi mesi del 2020 ha aumentato il numero dei suoi download del 46% rispetto all’anno precedente, come riportato dall’agenzia di stampa AGI.

Un trend che è però rallentato con il proseguire dell’emergenza. Ma nonostante il numero di download abbia registrato un lieve calo, probabilmente anche a causa dell’impossibilità di passare dalla conoscenza virtuale a quella fisica, le app di dating rimangono comunque tra le più scaricate negli store online. (fonte Sensor Tower).

Nei mesi della pandemia sono invece aumentati sia il numero di messaggi inviati sia del tempo trascorso sulla app. Con un record assoluto di Swipe, lo ‘scorrimento’ che decide l’apprezzamento o il ‘non mi interessa’ di un altro utente.

Il 29 marzo 2020 Tinder ha raggiunto il record storico di 3 miliardi di swipe
(Elie Seidman. CEO)

L’enorme numero di iscritti e di informazioni custodite dai servizi di dating online, tra cui anche numeri di carta di credito e dati sensibili come le preferenze sessuali, ha ingolosito gli hacker.

L’azione dei cyber criminali è costata cara agli iscritti del sito Meetmindful.com che sono stati coinvolti in un enorme data breach. Sono stati trafugati nomi, e-mail, indirizzi, data di nascita, tipo di appuntamenti cercati, dettagli fisici degli utenti, ma anche le credenziali di accesso a Facebook, che poi sono state rese disponibili in un forum di cyber criminali. Il file è stato visualizzato ben 1.500 volte.

Si parla dei dati di oltre 2 milioni di utenti.
L’azienda ha comunicato ai propri clienti quanto successo e li ha invitati a “aggiornare quanto prima la loro password”.

Cyber attacco ai ‘recensori’ di escort

 

Ma non si vive di solo dating. Non è andata meglio, infatti, agli utenti di Escort Review, un sito che raccoglie i racconti e i commenti dettagliati sulle loro esperienze con accompagnatrici di lusso.

Un angolo della rete privato e molto personale, dove gli utenti si tutelano dietro nomi di fantasia per celare la propria identità, ma inseriscono molte informazioni personali. Qui si sentivano protetti e si esprimevano liberamente.

Ma gli hacker hanno violato i profili di quasi 500.000 utenti e hanno reso pubblici i loro soprannomi, la loro data di nascita, i loro indirizzi e-mail, i loro account Skype in modo che potessero essere facilmente smascherati da partner, amici e colleghi.

Al momento il sito risulta irraggiungibile e non si hanno notizie dei titolari del servizio, che dovrebbero rispondere legalmente di quanto successo.
Nel frattempo, gli utenti non possono far altro che sperare di evitare ricatti e estorsioni. Facile immaginare cosa succederebbe loro se queste informazioni riservate e imbarazzanti dovessero arrivare alle loro famiglie o ai loro amici.

Non ci stancheremo mai di ripeterlo.
Il consiglio è aggiornare con frequenza le proprie password per evitare che un furto di dati possa creare problemi molto seri all’identità degli utenti del web.
Ed è sempre meglio utilizzare password diverse per servizi diversi, così che se rubano la password per accedere ad un account non possono utilizzarla anche ad altri servizi come la posta o ai social network.

Conosci qualche amante del dating online?

Condividi questo articolo!

CybeRefund Srl - Società Benefit, Sede Legale Piazza Luigi Vittorio Bertarelli, 1 - 20122 Milano (MI)
P.I. e Cod. Fisc. 11076520961

cyberefund emblema bianco e arancione