Giornata Europea per la Protezione dei Dati Personali 2021

27 Gen 2021 | Sicuri online

Il 28 gennaio si celebra la Giornata Europea per la Protezione dei Dati Personali.

È stata istituita nel 2006 per ricordare a tutti gli utenti quanto è importante tutelare le loro informazioni personali in ogni aspetto della vita online.

Ogni giorno i tuoi dati vengono raccolti e archiviati da decine di siti web che usi per ricevere un prodotto o un servizio. Quasi non te ne accorgi, ma basta cliccare su un pulsante ‘accetto’ che appare sul tuo schermo quando visiti un sito, scarichi un’app o pubblichi un post sui social.

Quel clic sta ‘consegnando’ le tue informazioni personali a chi gestisce i dati di quel sito. Ma dove finiscono? Chi li custodisce? Con chi vengono condivisi?

Hai il diritto di saperlo.
E le aziende hanno il dovere di dirtelo.

Ad aiutarti c’è il GDPR, il Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati entrato in vigore a maggio del 2018 con lo scopo di rendere più trasparente e sicuro il trattamento dei dati personali online. In Italia è il Garante della Privacy a far applicare il regolamento e a fare in modo che la privacy degli utenti sia tutelata dalle aziende.

Ad esempio, il GDPR stabilisce che quando un sito web ti chiede il consenso ad utilizzare i tuoi dati personali debba anche spiegarti in maniera chiara e esaustiva con quale finalità vengono raccolti, dove e per quanto tempo vengono conservati, chi ne è responsabile, quali misure di sicurezza sono adottate per proteggerli. La legge impone che tutte queste informazioni siano scritte nell’informativa sulla privacy che deve sempre essere presente e ben visibile al momento della richiesta del consenso.

Hai sempre il diritto di poter verificare come avviene il trattamento dei tuoi dati, ma anche di modificare o revocare il consenso: l’azienda è sempre obbligata a rispondere alle tue richieste.

In generale, l’azienda deve garantire che la sua gestione dei dati personali degli utenti sia totalmente conforme al Regolamento. Si chiama principio di responsabilizzazione.

Hai anche il diritto di sapere con quali società vengono condivisi i tuoi dati.
Un’azienda che ha raccolto le tue informazioni personali può metterle a disposizione di partner o fornitori, ma è un suo dovere informartene.

Probabilmente ti è già capitato di ricevere assillanti telefonate da vari call center senza spiegarti come possano avere il tuo numero. È quello che succede quando un’azienda a cui hai dato i tuoi dati personali li condivide con società esterne senza che tu lo sappia.

In Italia ci sono stati due casi recenti legati al mondo delle compagnie telefoniche: il Garante della Privacy ha infatti sanzionato Tim e Wind Tre per telemarketing illegittimo e aggressivo con multe pari rispettivamente a 27,8 milioni e 16,7 milioni.

Ma c’è anche il tema della sicurezza.
Gli attacchi informatici sono ormai all’ordine del giorno e proprio per questo il GDPR stabilisce che se un’azienda subisce una violazione dei propri database debba immediatamente comunicare l’evento al Garante della Privacy entro 72 ore. Se l’attacco può comportare un pericolo per i proprietari dei dati, l’azienda ha l’obbligo di informarli tempestivamente.

Insomma, la Giornata Europea per la Protezione dei Dati Personali è l’occasione perfetta per essere più consapevole dei tuoi diritti di utente del web.

Ecco qualche link utile per approfondire l’argomento:

https://www.garanteprivacy.it/
https://protezionedatipersonali.it/

Condividi questo articolo!

 

Aiuterai le persone che conosci ad informarsi sui propri diritti e a tutelare i propri dati personali. 

CybeRefund Srl - Società Benefit, Sede Legale Piazza Luigi Vittorio Bertarelli, 1 - 20122 Milano (MI)
P.I. e Cod. Fisc. 11076520961

cyberefund emblema bianco e arancione