Doppia cifratura: come proteggiamo i tuoi dati

30 Mar 2021 | Sicuri online

A dicembre del 2017 in un forum del deep web sono stati resi disponibili 1 miliardo e 400 milioni di account violati (nomi, email e password) a disposizione di chiunque volesse acquistarli facendo una donazione in bitcoin (fonte Repubblica).

I primi a scoprire la presenza di questo database che derivava dal più grande furto di dati personali online, sono stati proprio gli spagnoli di 4iQ, il partner che abbiamo scelto per il monitoraggio della sicurezza dei vostri dati.

Come proteggiamo i vostri dati?

Per poter monitorare un eventuale uso illecito dei tuoi dati personali nel deep o dark web, è necessario condividerli con noi in totale sicurezza. Ma come li proteggiamo? La risposta è nell’utilizzo di una doppia cifratura per raggiungere il massimo livello di protezione.

Cosa significa doppia cifratura dei dati?

 


Perché i tuoi dati siano accessibili solo al sistema di monitoraggio e possano essere comunicati con tranquillità utilizziamo un sistema di protezione che esegue una prima cifratura nel momento in cui ce li comunichi tramite app e una seconda cifratura a livello del canale dove sono custoditi e che viene utilizzato per il monitoraggio di eventuali usi illeciti. Questo duplice livello di intervento rende possibile raccogliere i tuoi dati e proteggerli mentre verifichiamo costantemente che non siano utilizzati o venduti illegalmente.

Ma che cosa si intende per cifratura?

 

La cifratura è un’azione sui dati, tramite l’uso di algoritmi matematici complessi, tale per cui le informazioni vengano trasformate e trasferite in maniera criptata anche quando viaggiano lungo canali non protetti. È necessaria una chiave di accesso per poter leggere queste informazioni, che normalmente possiede solo il destinatario finale di questi dati. La crittografia dei dati può essere di due tipi: simmetrica o asimmetrica

Nel primo caso la chiave di lettura è unica e la possiedono sia il mittente sia il destinatario.
Nel secondo caso ci sono due chiavi, una pubblica per criptare i dati e una privata per decriptarli.

La cifratura simmetrica

 

Senza entrare troppo nei tecnicismi, possiamo considerare che la cifratura simmetrica è stata utilizzata anche per proteggere documenti governativi di vari livelli di sicurezza e utilizza algoritmi che sono diventati uno standard in materia di protezione delle informazioni condivise. Ha però un unico svantaggio, tutte le parti in gioco devono conoscere la chiave segreta e sicura ed è quindi necessario trovare un modo parallelo per comunicarsela in modo assolutamente protetto.

La cifratura asimmetrica

La cifratura asimmetrica prevede la presenza di due tipi di chiavi per leggere le informazioni, una pubblica e una privata e funziona solo con una delle due, la chiave utilizzata per criptare i dati non permette di decifrarli, proprio per questo le due devono coesistere.
Solo chi deve leggere i dati sarà quindi in possesso della chiave privata, mentre la chiave pubblica potrà essere condivisa con tranquillità perché conoscerla non permette in alcun modo di avere accesso alle informazioni. Un uso abbastanza comune di questo tipo di crittografia è la trasformazione dei dati che vengono comunicati in fase di pagamento online, che si basa su un algoritmo molto robusto anche se relativamente lento perché più complesso.

 In alcuni casi, per ridurre i tempi necessari, vengono crittografati simmetricamente i dati e asimmetricamente la chiave per poterli leggere.

CybeRefund Srl - Società Benefit, Sede Legale Piazza Luigi Vittorio Bertarelli, 1 - 20122 Milano (MI)
P.I. e Cod. Fisc. 11076520961

cyberefund emblema bianco e arancione